Partnership

La Commissione europea ha proposto di istituire all’interno della programmazione 2021-2027 il programma “Europa Digitale”, volto ad accrescere e massimizzare i vantaggi della trasformazione
digitale per tutti i cittadini, le pubbliche amministrazioni e le imprese europee.
E’ un elemento centrale della risposta della Commissione europea alla sfida
della trasformazione digitale ed è compreso nella proposta sul quadro finanziario pluriennale (QFP) per il
periodo 2021-2027.
E’ il rafforzamento delle capacità dell’Europa nel calcolo ad alte prestazioni, nell’intelligenza
artificiale, nella Cybersecurity e nelle competenze digitali avanzate e sulla garanzia di un loro ampio utilizzo
nell’economia e nella società. Promossi simultaneamente, tali elementi contribuiranno a creare una fiorente
economia dei dati, promuovere l’inclusione e garantire la creazione di valore.

Le novità previste dalla programmazione comunitaria sono accompagnate anche da forte spinta normativa
da parte del legislatore italiano. Oltre ai più recenti interventi di riforma del Codice dell’Amministrazione
digitale, il Decreto “Semplificazioni”, infatti, contiene un corposo numero di norme volte, in particolare, ad accelerare
il processo di digitalizzazione dei rapporti tra cittadini e Pubblica Amministrazione, a rendere effettivo il
diritto di accedere ai servizi in rete mediante le identità digitali, a privilegiare l’utilizzo della comunicazione
telematica, anche nella prospettiva di superamento del digital divide.

Con le società Accenture Spa e B.I.P. Spa abbiamo costituito una R.T.I per partecipare alla gara Consip “DIGITAL TRANSFORMATION DELLA PA”